UGL TAF

ITALO-NTV : LE RIVENDICAZIONI DEL FRONTE DEL NO

Scritto il 25/09/2018

I dirigenti di ITALO, incuranti del disagio e del malcontento dei propri dipendenti, anziché gestire la ripresa del negoziato contrattuale, richiesto addirittura con proclamazioni di sciopero, si scelgono gli interlocutori e trattano di “assunzioni del personale e gestione delle carenze d’organico”, volendo cavalcare ed acuire le diverse posizioni sul rinnovo del CCNL Mobilità - Attività Ferroviarie. L’atteggiamento garantista di Italo nei riguardi delle organizzazioni firmatarie dell'ipotesi d'accordo del 13 luglio 2018 sfiora contorni grotteschi quando nel tentativo di preservare “un'esclusività di rapporti” estromette dal tavolo negoziale quelle Organizzazioni Sindacali che hanno detto “NO”, intercettando mediamente più del 60% di tutto il personale e fino al 70% degli Equipaggi e del Settore Stazioni. Infatti in data 20 settembre 2018, in violazione a qualsiasi principio di corrette relazioni sindacali, la Soc. Italo non ha inteso convocare le Segreterie Nazionali e le RSA di Uiltrasporti, Ugl-TAF e Orsa Ferrovie, scegliendo di fatto di zittire le rivendicazioni dei Lavoratori e delle Organizzazioni Sindacali che hanno sostenuto il NO al Referendum.  A fronte di una conflittualità così accesa, il solo pensiero del management di Italo, dovrebbe essere ascoltare “il disagio” dei Lavoratori e trovare risposte a tutto questo malcontento anziché persistere in questi atteggiamenti fallimentari.  Troveremo, ancora una volta, il modo di sostenere le giuste richieste ed aspettative di tutti i Lavoratori di Italo-NTV, continuando nella lotta e ricorrendo nelle opportune sedi.  Con lo sciopero di 24 ore del 6-7 ottobre chiediamo, nuovamente, ai Dirigenti di Italo la riapertura del Confronto con Tutte le Controparti Sindacali per la piena adesione al CCNL Mobilità/AF e rinnovo del Contratto Aziendale, sicuri che in quella sede si troveranno anche le necessarie soluzioni alle annose aspettative del Lavoratori.  Seguiranno informative relative allo sciopero ed al calendario di assemblee.
 
Roma 25.09.2018



Scarica il documento.pdf Scarica il documento