Commenti

Nessun commento
Commenta per primo
UGL TAF

ESITO REFERENDUM DI ITALO-NTV: PROPRIO NO …

Scritto il 26/07/2018

La notizia non è ancora ufficiale, ci risulta che lo spoglio del referendum per l’approvazione del contratto collettivo aziendale di Italo, abbia detto NO all’ipotesi di contratto siglato dalla FILT – CGIL, FIT – CISL e FAST CONFSAL. Abbiamo notizie sufficienti di un NO al 60% dei voti. Tutto ciò è il frutto di una miopia gestionale da parte della società Italo che non ha tenuto conto che i suoi dipendenti, dopo aver sorretto l’azienda nel difficile momento dei contratti di solidarietà e visto diversi dirigenti aziendali intascarsi il rialzo del valore azionario dopo la vendita al fondo americano, SI ASPETTAVANO DI PARTECIPARE AGLI UTILI attraverso un contratto vero, di confluenza alle Attività Ferroviarie e con un orario di lavoro da ferroviere.... Non c’è molto altro da dire se non che le LAVORATRICI e i LAVORATORI di Italo hanno dato una lezione di libertà a tutti, decidendo di migliorare le loro condizioni di lavoro e tenere alto il “cappello” dei FERROVIERI! Alla Società diciamo di riaprire immediatamente il tavolo di trattativa contrattuale e di smetterla di dividere IL SINDACATO E I LAVORATORI.
CHIUDETE LE PORTE, SI RIPARTE
Roma, 26 luglio 2018
Le Segreterie Nazionali